Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Scegli una categoria
Antipasti
Condimenti e salse
Contorni
Dolci
Dolci lievitati
Frullati e Bevande vegetali
Gelati
Marmellate e conserve
Pane e Pizza
Piatti unici
Primi piatti
Raccolte
Recensioni
Ricette Bimby
Ricette vegan
Secondi piatti
SOS cucina
Pesto di cavolo nero

Ciao a tutti, la ricetta che vi mostro oggi è della mia mamma. L’altro giorno ha preparato questo fantastico pesto di cavolo nero, light e molto salutare.
Molto semplice da preparare, ma anche gustoso, oltre al fatto che risulta molto salutare grazie alla presenza di frutta secca e cavolo nero.
Il cavolo nero è un ortaggio tipico della toscana, infatti è poco conosciuto nelle altre regioni. Può essere consumato crudo nelle insalate, stufato con la carne, nelle frittate, come ripieno di torte salate, e nelle minestre.
E’ ricco di proprietà benefiche, innanzitutto aiuta la digestione, rinforza il sistema immunitario, inoltre è ricco di omega 3, omega 6 e ferro, più della carne! Abbassa la pressione, protegge il cuore ed è ritenuto un ottimo antitumorale, quindi mangiatelo a volontà.
Non dimenticate di non cuocerlo troppo perchè, oltre a distruggere gran parte delle vitamine, rende il cavolo indigesto e di odore sgradevole per la maggiore liberazione di composti solforati.
Ma passiamo subito alla ricetta in duplice versione, bimby e non bimby.

Pesto di cavolo nero 1 Ingredienti

  • 200 g di foglie di cavolo nero (pesate già pulite)
  • 40 g di pinoli
  • 40 g di noci già sgusciate
  • 1 spicchio di aglio
  • 80 g di pecorino
  • olio extra vergine di oliva qb
  • sale qb (io rosa dell’Himalaya)

Pesto di cavolo nero 2 Procedimento

PROCEDIMENTO SENZA BIMBY

Lavare bene le foglie del cavolo nero, asciugatele è mondatele eliminando la costa centrale con un coltello bene affilato.
Alla fine devono risultare 200 grammi.
Cuocere a vapore le foglie per 15 minuti.
Una volta cotte, passarle sotto un getto d’acqua fredda per conservarne il colore brillante, poi metterle in un robot da cucina insieme allo spicchio d’aglio (privato dell’anima centrale), ai pinoli e alle noci.
Frullare in modo grossolano, e poi aggiungere il pecorino a pezzetti ed una presa di sale.
Frullare di nuovo e trasferire il composto in una ciotola ed unire tanto olio quanto ne basta per avere una salsa morbida, ma non troppo liquida.
Mescolare bene per amalgamare tutti gli ingredienti, eventualmente aggiustare di sale.

PROCEDIMENTO BIMBY

Mettere nel boccale 500 grammi di acqua e nel Varoma le foglie di cavolo nero già pulite e mondate dalle coste centrali, cuocere per circa 20-25 minuti a Varoma vel 2.
Una volta cotte passarle sotto un getto d’acqua fredda per conservarne il colore brillante, a questo punto svuotare e asciugare il boccale e mettere il pecorino a pezzetti, tritare a vel da 4 a 7 per 10 sec e metterlo da parte.
Ora nel boccale mettere le noci, i pinoli, l’aglio e il cavolo nero, e tritare a vel 6 per 10 sec, aggiungere il sale e un po’ di olio e tritare fino a trovare la giusta consistenza (io l’ho lasciato abbastanza granuloso). Aggiungere ora il pecorino, e se é il caso altro olio, dare una mescolata e il vostro pesto é pronto.

Potete conservarlo in frigorifero in un barattolo di vetro ben chiuso coperto d’olio per una settimana, oppure in freezer nelle formine per i cubetti del ghiaccio.
Potete usarlo per condire spaghetti, linguine, tagliatelle o quel che più vi piace.

Spero la ricetta vi sia piaciuta, e che vi abbia trasmesso curiosità nel provare questo fantastico ortaggio.
Alla prossima!

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per ricevere gli ultimi e articoli e ricette via email

Author: Emanuela

Ciao a tutti, mi chiamo Emanuela e da qualche anno ho iniziato ad appassionarmi alla cucina, cercando di associare al gusto un'alimentazione più sana possibile. Ho aperto questo blog per condividere la mia passione e i miei consigli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *