Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Scegli una categoria
Antipasti
Condimenti e salse
Contorni
Dolci
Dolci al cucchiaio
Dolci lievitati
Frullati e Bevande vegetali
Gelati
Marmellate e conserve
Pane e Pizza
Piatti unici
Primi piatti
Raccolte
Recensioni
Ricette Bimby
Ricette vegan
Secondi piatti
SOS cucina
Melanzane ripiene al tonno light 1

Ciao a tutti, oggi vi mostro una mia proposta su come preparare delle melanzane ripiene al tonno light.
Light perchè nulla è fritto nè soffritto, perchè il tonno utilizzato è quello al naturale, cioè quello in scatola che invece dell’olio contiene solo l’acqua, non sono presenti formaggi nè altri grassi.
Le melanzane ripiene di tonno light nonostante siano un piatto leggero restano ugualmente squisite in quanto ho utilizzato capperi, olive, pomodori secchi e basilico che hanno insaporito il ripieno della melanzana.
La cottura è in forno, prima però si prepara il ripieno della melanzana, facendogli fare una prima cottura in padella.
L’importante è svuotare bene la melanzana e metterla sotto sale per fargli perdere un po’ di acqua di vegetazione e quella sensazione di pizzicore che si sente quando la si mangia.
Le melanzane ripiene al tonno light è una ricetta estiva adatta per chi è a dieta ma vuole un piatto sfizioso e saporito.

Melanzane ripiene al tonno light 2 Ingredienti

Per due persone

  • 1 melanzana molto grande o due medie di quelle lunghe
  • 2 scatolette di tonno al naturale (cioè quelle senza olio)
  • pomodorini q.b.
  • capperi e olive q.b.
  • mezzo spicchio d’aglio
  • olio q.b.
  • basilico e prezzemolo
  • timo e origano
  • pan grattato q.b.
  • sale q.b.

Melanzane ripiene al tonno light 3 Procedimento

  1. Per prima cosa per preparare le melanzane ripiene al tonno light dovete lavare la melanzana ed eliminare il picciolo.
    Tagliatela la melanzana a metà per il senso della lunghezza, e svuotatela dalla polpa che terrete da parte per il ripieno. Io ho fatto tutto con un semplice coltello, nessun attrezzo particolare.
    Mettete del sale grosso all’interno delle melanzane svuotate, e lasciate che perdano l’acqua di vegetazione per almeno un’ oretta.

  2. Preparate ora il condimento che farà da ripieno.
    In una padella antiaderente mettete l’aglio e la polpa di melanzane tagliata a dadini, e fate cuocere senza olio per 10 minuti, girando di tanto in tanto.
    Aggiungete una manciata di pomodorini, le olive denocciolate e i capperi, e fate cuocere per altri 5 minuti (se necessario aggiungete un pochino di acqua), a questo punto mettete l’ olio, e fate rosolare qualche minuto, assaggiate e valutate se fosse necessario aggiungere del sale. Mescolate e spegnete il fuoco.
    Solo dopo aver spento il fuoco, aggiungete il tonno scolato dalla sua acqua, qualche altro pomodoro, le foglie di basilico e prezzemolo, e mescolate.

  3. Accendete il forno a 200 gradi, e sciacquate ed asciugate le melanzane svuotate.
    In una teglia mettete un filo di olio d’oliva e un goccio di acqua, adagiatevi le melanzane e mettetele a cuocere senza ripieno per 10 minuti, coperte con un foglio di carta alluminio.
    In alternativa potete usare il microonde, in questo caso adagiate le melanzane svuotate in una pirofila di vetro, irrorate leggermente d’olio e cuocete per 5 circa minuti al massimo (i primi 2 minuti di cottura tenete il coperchio). Dopo 4 minuti comunque controllate la cottura.

  4. Trascorsi i 10 minuti, riempite le melanzane con il sughetto preparato precedentemente.
    Cospargete le melanzane ripiene al tonno light con pangrattato, versate un filo d’olio d’oliva sulla superficie delle barchette di melanzane e infornate a 200 gradi per circa 20-30 minuti, comunque fino a che le melanzane non risultano morbide.

Melanzane ripiene di tonno light

E buon appetito!

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per ricevere gli ultimi e articoli e ricette via email

Author: Emanuela

Ciao a tutti, mi chiamo Emanuela e da qualche anno ho iniziato ad appassionarmi alla cucina, cercando di associare al gusto un'alimentazione più sana possibile. Ho aperto questo blog per condividere la mia passione e i miei consigli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *