muffin-alla-zucca-vegan-contest-rigoni

Muffin alla zucca vegan: Contest Love Veggy di Rigoni di Asiago

Deliziosi e morbidissimi questi muffin alla zucca vegan, un dolce con cui partecipo a una bella iniziativa di Rigoni di Asiago. Per la realizzazione di questa ricetta ho usato un buonissimo prodotto che a casa mia non manca mai: La nocciolata Rigoni, questa volta in versione senza latte per essere in linea con la ricetta che è del tutto vegana, quindi priva di alimenti di origine animale.
Protagonista di questi muffin è la zucca, un ortaggio di stagione che è ideale nella preparazione di dolci in quanto conferisce morbidezza e un buon sapore. Ho scelto di aggiungere della farina di nocciole all’impasto in modo da richiamare il sapore del cuore goloso della Nocciolata Rigoni.
Questi muffin alla zucca vegan possono essere un’ottima idea per Halloween, visto che ottobre è alle porte, magari con qualche decorazione a tema.
Vediamo subito come preparare questi sani e golosi muffin.

Muffin alla zucca vegan: Contest Love Veggy di Rigoni di Asiago - ingredienti Ingredienti

Per 8 muffin

  • 170 grammi di zucca pulita
  • 50 grammi di farina farro o fiocchi di farro
  • 50 grammi di farina d’avena o fiocchi d’avena
  • 50 grammi di farina 0
  • 30 grammi di farina di nocciole o nocciole
  • 70 grammi di zucchero canna integrale
  • 40 grammi di olio di semi di girasole
  • zenzero e cannella in polvere quanto basta
  • 120 grammi circa di latte di riso
  • Mezza bustina di lievito per dolci
  • Nocciolata Rigoni senza latte quanto basta

Muffin alla zucca vegan: Contest Love Veggy di Rigoni di Asiago - procedura Procedimento

1. Per prima cosa dovete dedicarvi alla cottura della zucca. Tagliatela a pezzi piccoli e cuocetela in una padella antiaderente con il coperchio per circa 15-20 minuti, ricordandovi di rigirare di tanto in tanto.

2. Una volta che la zucca si è cotta, riducetela in purea con una forchetta oppure se preferite frullatela. Aggiungete alla zucca lo zucchero di canna integrale e lasciate raffreddare. Intanto preparate “l’uovo” a base di semi di lino che servirà da legate al composto, in sostituzione dell’uovo.
Quindi in una una tazzina mettete in ammollo i *semi di lino nell’acqua fino a che non si formerà una sorta di gel, aspettate almeno mezz’ora.

3. A questo punto, per chi possiede un potente robot da cucina, è possibile preparare in casa la farina di farro, di avena e nocciole. Ho infatti triturato i fiocchi d’avena e i fiocchi di farro, e a parte le nocciole. Potete saltare questo passaggio se avete già le farine pronte.

4. Nella terrina dove avevate la zucca con lo zucchero di canna integrale aggiungete prima l’olio di semi di girasole, poi il gel di semi di lino (usate un colino per evitare di aggiungere anche i semi) e mescolate con una frusta a mano.

5. In una terrina a parte mescolate le farine (di farro, avena, 0 e nocciole), la cannella e lo zenzero in polvere ed aggiungete questi ingredienti al composto umido. Mescolate e poi aggiungete mano a mano il latte di riso fino ad ottenere un impasto omogeneo e non troppo liquido. La quantità di latte vegetale può variare in base al tipo di zucca, se più o meno umida.

6. Infine aggiungete il lievito per dolci setacciato e, sempre con una frusta a mano, mescolate energicamente e velocemente.

7. Inserite i pirottini di carta negli stampini dei muffin. Riempite ogni muffin per metà e a questo punto inserite un cucchiaino generoso della buonissima Nocciolata Rigoni senza latte, ed infine ricoprite con un cucchiaio di impasto. Se preferite adagiate una nocciola sulla superficie o della granella di nocciole.

8. Infornate i muffin alla zucca vegan a 170 gradi per circa 25-30 minuti, la cottura puà variare leggermente in base alla grandezza dei muffin.

Una volta sfornati lasciate raffreddare i muffin alla zucca vegan prima di servirli.

Muffin alla zucca vegan: Contest Love Veggy di Rigoni di Asiago - RIGONI_contestFB_LoveVeggy-banner300x160px

Muffin alla zucca vegan: Contest Love Veggy di Rigoni di Asiago - CIMG2670p-605x766

*i semi di lino avanzati potete utilizzarli nell’impasto del pane, quindi non gettateli. Potete anche surgelarli e utilizzarli al bisogno.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per ricevere gli ultimi e articoli e ricette via email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *