Insalata con prugne e mela verde

Insalata con prugne secche e mela verde

Oggi vi proprongo un’altra ricetta di un’insalata tra dolce e salato: insalata con prugne secche e mela verde, con noci, semi di lino, e cetriolo.
Ecco tutti gli ingredienti usati.

Insalata con prugne secche e mela verde - ingredienti1-300x225

Solo dopo aver preparato gli ingredienti, ho pensato di aggiungere anche dei semi di zucca, voi potete scegliere tra noci e semi di zucca.
E’ un’insalata molto sfiziosa, e soprattutto adatta agli intestini pigri grazie alla presenza di prugne secche, semi di lino e semi di zucca.
Un’altra chicca di questa insalata è l’ottima vinaigrette preparata con l’acidulato di umeboshi, un prodotto macrobiotico scoperto da poco che non sostituirò mai con nessun altro aceto in quanto basico e non crea problemi allo stomaco.
Le dosi che vi mostro sono per una persona, voi regolatevi a vostro piacimento.

Insalata con prugne secche e mela verde - ingredienti Ingredienti

  • insalata mista q.b.
  • 2 noci oppure una decina di semi di zucca
  • una manciata di semi di lino
  • uno spicchio di mela verde
  • 3 prugne secche
  • 1/2 cetriolo
  • olio d’oliva q.b.
  • acidulato di umeboshi o succo di limone e sale q.b.

Insalata con prugne secche e mela verde - procedura Procedimento

Per prima cosa ho lavato l’insalata e lasciato a scolare, intanto ho tagliato a fettine la mela verde con la buccia, il cetriolo e le prugne secche.

Insalata con prugne secche e mela verde - procedimento-insalata-300x225

Ho mescolato l’insalata con il resto degli ingredienti, ho aggiunto noci, semi di lino e semi di zucca, e condito con olio e acidulato di umeboshi, voi potete usare aceto o limone e sale.

Insalata con prugne secche e mela verde - insalata-con-prugne-e-mela-verde-225x300

Ed ecco che l’insalata con prugne secche e mela verde è pronta.

Un bel piatto dietetico, adatto per questa stagione, e anche vegan.
Buona giornata a tutti!

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per ricevere gli ultimi e articoli e ricette via email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *