I semi di lino

I semi di lino – usi e proprietà

I semi di lino (Linum usitatissimum) appartengono alla famiglia delle linacee, e sono coltivati fin dall’antichità in Egitto ed Etiopia. I semi sono piccoli, di colore bruno, ma esiste anche una varietà più chiara, chiamati semi di lino dorati.
Questi semi sono davvero magici, hanno tantissime proprietà infatti trovano impiego in vari campi dalla cucina alla bellezza.

In ambito culinario si fa uso della farina di semi di lino (io la preparo a casa triturando i semi con il bimby ), dell’olio e anche dei semi interi. La farina la uso spesso nella preparazione del pane, a volte l’ho messa nell’impasto delle torte salate e nella preparazione dei pesti (ad esempio il pesto rucola e semi di lino). L’olio invece lo si usa esclusivamente a crudo in quanto contiene lipidi termoregolabili che subiscono un deperimento veloce, quindi usatelo nel condire soprattutto le insalate. Io l’ho provato ed il sapore è abbastanza piacevole, un gusto che ricorda la nocciola con un leggero retrogusto amarognolo.
I semi interi, invece, possono essere usati nella panificazione, nelle insalate, nei  passati di verdure nei ripieni delle torte salate ecc.

Una cosa importante di cui non tutti sono a conoscenza e che ho scoperto un paio di anni fa, è che i semi di lino sono un ottimo sostituto dell’uovo: ebbene si, i semi di lino possono sostituire le uova nella preparazione dei dolci! Basta mettere a bagno 30 gr di semi di lino in 80 ml di acqua per circa 15 minuti e poi scolare, oppure polverizzare i semi insieme all’ acqua. 1 cucchiaio di questo impasto equivale a 1 uovo. Questo composto può essere conservato per qualche giorno in frigorifero.

Certo è che l’uso in cucina di questo seme lo rende un ottimo alleato contro il colesterolo in quanto ricco di acidi grassi omega 3 e omega 6, non per niente è in assoluto il seme con il più alto contenuto di omega 3 nel mondo vegetale. Inoltre  contengono una grande quantità di lignani, sostanze che proteggono il sistema vascolare ed aiutano ad aumentare le difese immunitarie.
Un’altra proprietà contenuta dai semi di lino proviene dalle loro mucillagini (pari al 3-6%) che li rendono un ottimo lassativo naturale  aiutando a combattere la stitichezza e il reflusso. Se volete testare questa proprietà la ricetta è questa: mettete un cucchiaio di semi di lino in un bicchiere d’acqua a mollo una notte. La mattina filtrate l’acqua, mette per qualche minuto a scaldare e bevetene!! Ho provato in prima persona questa ricettina, devo dire che ha effetti veramente benefici, di contro però devo ammettere che il sapore e la consistenza viscida e gelatinosa non sono dei migliori.

Dopo avervi parlato a grandi linee dell’uso alimentare e salutare dei semi di lino, passiamo all’uso nell’ambito della bellezza. Essendo questo seme  ricco di grassi essenziali  quali Omega 3, acido Linoleico e Alpha Linoleico, è adatto a rivitalizzare e rinvigorire i capelli dalla cute alle punte, a eliminare l’effetto crespo e a ridurre la comparsa delle doppie punte. Tant’è vero che in tutte le erboristerie e profumerie si trovano prodotti per capelli a base di semi di lino, dall’olio, gel e shampoo. Sul web esistono varie ricette fai da te per creare il gel ai semi di lino fatto in casa, che può essere usato sia come gel vero e proprio sia come impacco preshampoo nutriente per i capelli.
Vi posto la ricetta che seguo io.

    Ingredienti :

  • 40 gr di semi di lino
  • 250 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 pizzico di sale

Il procedimento non è complicato, basta mettere in un pentolino l’acqua ed i semi, ed accendere il fornello. Quando l’acqua comincia a bollire, continuate a cuocere  per circa 5 – 7 minuti (anche se vi sembrerà troppo liquido non fatelo cuocere di più perchè una volta freddato si addenserà). Scolate i semi di lino con un colino e metteteli da parte. In una tazza mettete il cucchiaino di miele e il pizzico di sale, incorporate l’acqua che avete precedentemente bollito e mescolate bene, così da far sciogliere e amalgamare bene tutti gli ingredienti. I semi di lino usati potete conservarli in frigo e riutilizzarli per questo procedimento altre 3 volte, oppure potete reciclarli per la preparazione di pane o dolci. Il gel, invece, potete tenerlo in frigorifero per una decina di giorni oppure congelarlo nel portaghiaccio così da avere monoporzioni da utilizzare al bisogno. Come già detto potete usare questo composto come gel per capelli, per definire i ricci, o come impacco nutriente prima dello shampoo.

Dove potete acquistare i semi di lino?
Lo si trova nelle parafarmacie, negozi bio, ma da diverso tempo lo si trova anche in vari supermercati. Il prezzo si aggira generalemente da circa 2 euro ai 3 e 50 al pacco.
Per maggiori consigli su dove acquistarli leggete nel box sottostante.

Prodotto consigliato

Semi di lino biologici Vedi il prodotto

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per ricevere gli ultimi e articoli e ricette via email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *