i semi di girasole

I semi di girasole

I semi di girasole fanno parte dei “magici” semi oleosi (semi di lino, semi di zucca, semi di sesamo, semi di canapa) quindi come tutti gli altri sono ricchi di elementi essenziali per il nostro organismo, ma restano i meno calorici tra tutti.
Oltre ad avere un’ elevata concentrazione di acido linoleico e fitosteroli, che contribuisce a ridurre i livelli del colesterolo, i semi di girasole contengono l’acido folico, che è necessario per le donne in gravidanza e per chi ha problemi di carenza di ferro.
Sono poi ricchi di vitamine del gruppo B ed E, necessarie contro l’invecchiamento e contrastare i dolori articolari, e di sali minerali quali ferro, zinco, fosforo, magnesio e potassio.
Lo zinco aiuta a contrastare problemi di gastrite, in quanto aumenta la produzione di mucina, che protegge la mucosa dello stomaco, quindi se avete problemi di reflusso i semi di girasole rappresentano un ottimo spuntino.
Inoltre la vitamina E svolge un ruolo importantissimo per la prevenzione di malattie cardiovascolari: impedisce infatti che il colesterolo si accumuli sulle pareti delle arterie, contrastando l’insorgere di infarti o ictus.
Se avete problemi di stitichezza i semi di girasole rappresentano un ottimo alleato per il buon funzionamento intestinale, e grazie all’alto contenuto di selenio sono considerati un alimento utile per la prevenzione del cancro.
Un’altra cosa che in pochi sanno è che i semi di girasole contenendo triptofano, un aminoacido che stimola la produzione di serotonina, favoriscono il rilassamento, e alleviano gli stati di tensione e stress.
Possono essere considerati un alleato anche per le donne in menopausa in quanto contenendo fitoestrogeni, aiutano a contrastare le conseguenze della menopausa come le vampate di calore ed insonnia.

Controindicazioni
Si consiglia di non farne un uso eccessivo, soprattutto se si hanno problemi di colite o diverticoli, perchè possono avere effetti lassativi o infiammatori per i diverticoli.
Possono avere reazioni allergiche, quindi se siete allergici ad altri semi o noci meglio evitarne il consumo.
Avendo un alto contenuto in grassi, rischiano facilmente l’irrancidimento, quindi si consiglia di conservarli in un contenitore ermetico in frigorifero.
La dose giornaliera consigliata è di 10-15 grammi al giorno.

Che usi potete farne
I semi di girasole possono essere aggiunti nelle insalate, nei muesli per la colazione, sui passati di verdura, nell’impasto del pane, e impiegati a vostra fantasia per diverse pietanze, io ad esempio le ho usate per impanare delle mini polpette , e per realizzare il burro di semi di girasole.
Per tutte le mie ricette con i semi di girasole cliccate QUI.

Dove potete trovare i semi di girasole
Nei supermercati, io ad esempio li trovo al Conad, Eurospin, Todis, e nei negozi di prodotti bio.
Ovviamente potete trovarli anche nei negozi online ed erboristerie.
Consiglio di compare semi che siano biologici, per evitare che possano essere stati usati dei pesticidi per i fiori che fanno male al nostro organismo.

Bene spero l’articolo vi sia piaciuto, alla prossima!

Prodotto consigliato

Semi di girasole

Semi di girasole bio. Vedi il prodotto

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per ricevere gli ultimi e articoli e ricette via email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *